10 marzo, 2007

...linguine con uova di pesce San Pietro

Ingredienti: uova di pesce San Pietro/una manciata di pomodorini/due spicchi d'aglio/olio & pepe/ prezzemolo/ linguine
In una padella fai soffriggere in un filo d'olio l'aglio tagliato a metà, poi aggiungi i pomodorini, aggiusta di sale e lascia cuocere per qualche minuto, poi aggiungi le uova e lascia cuocere per circa 5 minuti (se fosse necessario, puoi aggiungere un mestolo di acqua di cottura della pasta); infine, aggiungi le linguine al dente e manteca per un paio di minuti. Spolverizza con del prezzemolo tritato e pepe appena macinato.
...ho appena notato che una cinquantina di uova hanno casualmente formato un cuoricino a sinistra del piatto!
...mi incuriosiva la leggenda sull'origine del nome di questo pesce..si racconta che
".. un giorno, sulle rive del mare, il Santo fu fermato da alcuni increduli che presero a schernirlo. Allora San Pietro, che era stato il più famoso pescatore di Galilea, mise una mano nell'acqua e ne tirò fuori un pesce, che subito dopo liberò. Da quel giorno, per gratitudine, il pesce reca, su ognuno dei suoi fianchi, la sua impronta digitale" (che poi sarebbero quelle due caratteristiche macchiette nere)

11 commenti:

Orchidea ha detto...

Adoro il pesce e questi due piatti sono stupendi... grazie per le idee. Devo dire che non sono molto brava con il pesce...
Ciao.

bian ha detto...

ciao orchidea!
nel mio blog troverai moltissime ricette per cucinare il pesce...

...questa delle linguine con uova di pesce san pietro è abbastanza inusuale anche dalle mie parti...credo che pochi siciliani abbiano mangiato questa pasta...ma è buonissima...
Buona domenica!

frank ha detto...

Ciao Bian :-)
entrambe le ricette sono bellissime! Posso usare altre uova di pesce per le linguine? Anche quelle di trota che trovo facilmente? Non so quelle di San Pietro se riesco a trovarle.
Grazie.

Cibius ha detto...

... e poi ... quel cuoricino ... lì per caso.. :)
Andrò alla ricerca del pesce San Pietro..

bian ha detto...

Ciao Frank...stavo pensando alla tua domanda...l'unico dubbio è che si possano rompere durante la cottura...infatti, a proposito delle uova di trota, leggevo che spesso si consiglia di aggiungerle alla fine, a crudo...potresti fare la prima parte della ricetta come la mia, spadellare la pasta ed aggiungere infine le uova a fuoco spento...caro Frank, nn resta che provare!

frank ha detto...

Hai ragione, quelle di trota si disfano solo a guardarle.
Proverò, grazie 1000.

gas ha detto...

devo contraddirti.
questa è una ricetta tipica dalle nostre parti (mazara del vallo).
noi preferiamo aggiungere anche i gamberi ma la ricetta anticamente nasce così.
... dico, hai anche mangiato, in questa città, dei primi con queste uova...
la bettola ti dice niente?
memoria corta...

Giovanna ha detto...

io l'ho assaggiata!!! è la pasta più buonissimissima che c'è e si puo fare con le uova di qualsiasi pesce di mare, basta che sia fresco

venere ha detto...

Questa sì che è fortuna! Brava... ogni parte del pesce può e deve essere degnamente valorizzata! Non conoscevo la leggenda, adesso sì!

giuseppe ha detto...

Ottima sta pasta,la fanno anche in un posto a porto palo,al vigneto.Dove posso trovare ste uova????'

giuseppe ha detto...

dimenticavo scusa,ma una spruzzata di vino ci sta????

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails