01 aprile, 2007

Chitarre per "gamberone e indivia"

... e vissero felici e contenti! Una ricetta semplicissima, per uno sposalizio incantevole tra la pallida indivia, appena amarognola, e il dolciastro gambero... uniti per sempre da anelli di porro!
Ingredienti: per 4 persone occorrono, 500gr di gamberoni rossi/3 cespi di indivia belga/ mezzo porro/ olio evo/ chitarre (io ho usato chitarre Garofalo; ma anche linguine vanno benissimo)/ sale & pepe/ per il fumetto: le teste e i carapaci dei gamberoni, mezza cipolla affettata, uno spicchio d'aglio in camicia, 2 pomodori secchi, 1 carota, una puntina di cucchiaio di concentrato di pomodoro, qualche rametto di timo fresco, sale e un filo di olio evo (ti consiglio di congelare il fumetto che avanza, servirà in altre occasioni)
Prepara in anticipo il fumetto mettendo in un capace tegame tutti gli ingredienti elencati, coperti a filo con acqua; lascia sobbollire per 30-40 minuti; trascorso questo tempo, elimina l'aglio e il timo e riduci il resto con il passaverdure; mescola il fumetto così ottenuto e aggiusta di sale.
In una padella antiaderente fai imbiondire in un filo di olio evo il porro tagliato a rondelle, poi aggiungi l'indivia tagliata a lamelle, spadella e lascia sudare le verdure, coperte da un foglio di stagnola, per una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto; quando l'indivia si sarà intenerita un pò, ma non troppo, perchè deve rimanere abbastanza consistente, aggiungi i gamberoni sgusciati e saltali un paio di minuti; a questo punto, aggiungi un paio di mestoli di fumetto e fai restringere il sughetto a fiamma media per 2-3 minuti; aggiungi una puntina di maizena per legare il tutto (una puntina qui vuol dire la punta di un cucchiaino, quasi un terzo di cucchiaino), quindi tieni sul fuoco per un altro minuto a fiamma bassa (io non ho aggiunto sale, è bastato il fumetto, che era abbastanza salato, consiglio comunque di assaggiare alla fine e casomai di aggiustare adesso di sale). Cuoci la pasta, scolala al dente e spadellala a fuoco vivace con il condimento (conserva un pò di acqua di cottura, potrebbe servirti in questa fase), alla fine cospargi con del pepe nero.

10 commenti:

frank ha detto...

Come sei romantica oggi :-)
Anche questa me la segno!

Ah, ho mangiato i filetti di persico al forno 'Bian style'. La psuedo panatura con pane e scorze di limone era uno sballo, grazie.
Ciao.

frank ha detto...

Come sei romantica oggi :-)
Anche questa la metto in lista!

Ah, oggi ho fatto i filetti di persico al forno 'Bian style' e la pseudo panatura con pane e scorze di limone era uno sballo, grazie.

Ciao.

bian ha detto...

..ciao frank! sono contenta ti sia piaciuta la panatura, scommetto la ripeterai ;D

frank ha detto...

Ti piace vincere facile!
;-)

Cibius ha detto...

Appena trovo gamberi e indivia conzo sto matrimonio.. sui miei fornelli :o)
Per i non siculi.. conzare = combinare, unire.. in realtà si usa in tanti casi nel nostro dialetto..
Baci Bian e complimentissimi per le chitarre.

ape ha detto...

buon lunedì.

Gloricetta ha detto...

Chitarre anche dalle mie parti. Profumo di mare... anche se non di Sicilia. Il tuo piatto è come sempre molto invitante e il connubbio deve essere delizioso. Glò

Lalla ha detto...

ciao carissima
mi piace proprio questa tua ricetta....peccato che il mio uomo della foto è allergico ai crostace.....altirmenti era nel menù di una futura cenetta romantica!!!!!
ma nessuno vieta di poterla fare a casa per me hihihi cattivaaaa!!!!
baci lalla

cuochetta ha detto...

Cavoli, ti ho scoperta solo oggi!!!

Chiedo venia e rimedio subito aggiungendoti ai miei FEEDS preferiti, e poi con il papà di Erice, e gli zii di Palermo come potrei dimenticarti???

bian ha detto...

Ciaaao lalla! mi fa piacere vederti da queste parti! capisco la tua metà..ma tu, mica potrai stare tutta la vita senza mangiare crostacei???!! ;D

Ciao cuochetta! grazie della visita e del link!..vado a fare un giretto dalle tue parti...:))

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails