13 gennaio, 2007

Sfincione per il meme di ape!!

...ecco la ricetta per il meme lanciato da Ape... ho scelto lo sfincione (per gli amici "u sfinciuni"). Si tratta di un piatto povero della cucina tradizionale palermitana, una sorta di sostituto del pane, che in origine veniva offerto solo durante le festività natalizie o per i fidanzamenti (!!) ma che oggi, uscito dalla tradizione, si può acquistare tutti i giorni nei panifici, nelle rosticcerie o dai venditori di passaggio che, con tanto di megafono, decantano la bontà del loro prodotto girando per le vie della città (per la verità ormai solo in alcune) a bordo delle loro motoape ("la lapa"), trasformate in negozi ambulanti.
Lo sfincione è una sorta di soffice pizza, da cui anche il nome (infatti nel dialetto palermitano col termine sfincia si intende proprio qualcosa di molto morbido), condita con pomodoro, cipolla, acciughe, caciocavallo ed origano. E' il mio cavallo di battaglia perchè riesco ad ottenere un'ottima somiglianza di gusto col prodotto tradizionale (sicura della provenienza degli ingredienti usati!) e perchè mi riesce sempre bene...
Ingredienti: per la pasta occorrono 500gr di farina/ 250ml di acqua tiepida/ 4 cucchiai di olio evo/ 10 gr di sale/ un panetto di lievito di birra da 25 gr
per il condimento 6 cipolle bianche o bionde/ 1 barattolino di acciughe sott'olio/ 500gr di doppio concentrato- io uso Mutti-/un cucchiaio di origano/olio evo/ 500ml di acqua/ 200gr di caciocavallo a scaglie
Prepara la pasta: mescola acqua tiepida, lievito, olio e sale e versa man mano questo liquido sulla farina setacciata, impasta per una decina di minuti fino ad ottenere un impasto liscio; forma una palla, fai un taglio a croce sopra e lascia lievitare, coperta da un panno inumidito, per 1h e 30 minuti circa. Intanto prepara il condimento: taglia le cipolle a fettine, mettile in un largo tegame con acqua a filo e lasciale cucinare, con fiamma medio-bassa, fintanto che l'acqua si asciuga; appena si è asciugata l'acqua versa dell'olio evo e fai soffriggere, si devono colorire appena; aggiungi le acciughe, dopo averle sgocciolate(mettine qualcuna da parte) e falle sciogliere in un piccolo varco tra le cipolle, appena si sono sciolte versa il doppio concentrato, mescola per bene e poi allunga con 500ml di acqua tiepida, aggiusta con un pizzico di sale e lascia cuocere per almeno 45 minuti, mescolando di tanto in tanto; solo a fine cottura aggiungi l'origano.
A questo punto scatta la classica sbirciatina per vedere se funziona....

...la pasta si sarà raddoppiata di volume, impastala di nuovo velocemente e stendila in una teglia unta d'olio; lascia lievitare in teglia almeno per un'altra ora, sempre coperta da un panno; passato questo tempo, prendi le acciughe che hai tenuto da parte, spezzettale e poggiale sulla pasta(per l'esattezza devi spingere col dito l'acciuga fino a toccare il fondo della teglia, così in quel punto si accumulerà anche il condimento e il pangrattato), versa sopra il condimento di cipolle e pomodoro, poi spolverizza con pangrattato tostato e fai cuocere in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti. Appena è trascorso il tempo sforna lo sfincione e cospargi con le scaglie di caciocavallo. Si può mangiare a qualunque temperatura, questione di gusti...

14 commenti:

ape ha detto...

...riguarda me??

bian ha detto...

certo ape...eheh

ape ha detto...

intanto che IO mangio questo sfincione SOLO per me, tu pensa ad un meme "letterario"...leggerai da me a breve.

buon lunedì

ape ha detto...

«Sfincioni» 'i San Giovanni

' Ngredienti: I Kg. di farina, 30 gr. di lévitu di birra, 200 gr. di anciovi salati, 200 gr. di caciucavaddu, 200 gr. di pani 'rattatu, cipudda, 100 gr. 'i pummadoru pi sarsa, ògghiu, sali e spezzi q.b. Sistimati a funtana 200 gr. di farina, mmiscòtila c'un pocu d'acqua còuda e cû lévitu, facitila a badda e lassàtila 'llivitari sinu a chi diventa 'u dòppiu. Ora â badda 'llivitata juncìticci I'àutra farina cu aggiunta di poca acqua còuda e un pìzzicu 'i sali, facìtila a badduni e lassàtila ripusari pi tri uri sutta un tuvagghiuni. Mittiti 'nta 'na cazzalora quattru cucchiarati d'ògghiu e facìticci rosulari 'na cipudda ffiddiata fina; juncìticci i pummadoru pilati e sminuzzati, sali e spezzi q. b. e lassati còciri ' a sarsa pi 'na dicina di minuti. Lavati e spinati I'anciovi, facìtili a pizzudditta assemi ô caciucavaddu, junciticcìlli â sarsa e lassati còciri pi àutri cincu minuti. ' Nta 'na padidduzza mittiti a frìjri 3 cucchiarati d'ògghiu e facìticci pigghiari sapuri ô pani 'rattatu, 'rriminònnulu un pocu.' Nta 'na tìgghia cunnuta d'ògghiu si spiana 'a pasta 'llivitata, isànnula di latu a latu comu a fodiràrila; si passa prima 'a sarsa dî pummadoru, poi si spùrvira 'u pani 'rattatu e si finisci cu 'na passata d'ògghiu: méttiri 'u sfinciuni a furnu càudu pi 'na vintina 'i minuti e sirvìrilu brucenti.

bian ha detto...

...beh..che dire?! ape, mi spiazzi!
in effetti la scriverò prima o poi una tutta in siciliano...
intanto complimenti vivissimi!hai trovato una cosa geniale...

P.S.domanda a bruciapelo: ma tu quantu cazzalora hai???!

ape ha detto...

ne ho a bizzeffe....(ho risposto giusto???)

ape ha detto...

tu e lalla potreste meditare un blog comunitario...

afrodita ha detto...

Ho raccolto il tuo invito... e comunque visito il tuo blog spessissimo...
Sabato sarò in Sicilia anche se solo per un giorno..

lalla ha detto...

mammma mia che fame....
mi sa che sta sera ci provo a farlo in casa ancora nn l ho mai fatto ....
ragazze tutte a cena da me per la prova del 9 ..... ?
portone di centro suonate piccolalayla 4 piano!
baci lalla

Tulip ha detto...

molto carino questo sfincione... e anche tutte le ricettine che ho visto più sotto!!

ape ha detto...

guarda che con me non te la cavi con uno sfincione...sei siciliana e da te pretendo MIlioni di ricette con pasta di mandorle, arance, capperi, marsala e pistacchi...
quindi comincia a pensare a quale altra ricetta postare per far felice il mio palato e la mia mente.

venere ha detto...

Ciao Bian! Appena finito un meme ne salta subito fuori un altro... Passa a trovarmi, c'è posta per te!
ps: w lo sfincione (mi piace pure il nome...)

Kja ha detto...

Per lme la panificazione resta un obbiettivo difficila da raggiungere. Figurati che l'unico pane che so fare con successo è quello indiano senza lievito, chapati&co.
Baci

franco ha detto...

Complimenti per il tuo blog, ma soprattutto per le tue ricette. Ti ho messa nei miei segnalibri. Vorrei sapere che farina usi per lo sfincione. Grazie.
Franco.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails